Tex. 70 anni di un mito

Tex mostra a Roma

 

Dal 24 Maggio al 14 luglio 2019 presso l’EX MATTATOIO di Testaccio, la mostra che celebra il mito Tex Willer, il personaggio dei fumetti che più di ogni altro ha conquistato generazioni di lettori, e coloro che lo hanno reso tale. Curata dallo storico del fumetto italiano Gianni Bono, con la collaborazione della Sergio Bonelli Editore, dell’ARF! Festival e della COMICON, l’esposizione, per come è strutturata e pensata, ha la capacità di saper rispondere sia alle aspettative degli appassionati che di saper accogliere chi volesse avvicinare per la prima volta il mondo appassionante di Tex.

TEX WILLER

Il 30 Settembre del 1948 esce nelle edicole italiane il primo albo di Tex. Creato da Gianluigi Bonelli e graficamente realizzato da Aurelio Galeppini, in arte Galep, nasce nel salone della casa dell’editore adibito a redazione. Pochi mezzi e tanto talento danno vita a storie epiche universali che hanno una forza narrativa coinvolgente ancora oggi. Il passato da fuorilegge, per vendicare la sua famiglia, che diventa ranger e nemico giurato di ogni ingiustizia gli crea quell’alone di mistero e fascino proprio di ogni personaggio eroico. Pur essendo nato in Texas combatte nella guerra civile con i nordisti contro gli schiavisti del sud. Viaggia per tutti gli Stati Uniti, per il Canada, per il Messico e combatte per la sua libertà. Le grandi praterie, i deserti e le foreste dell’America dell’epopea dei film western fanno da sfondo suggestivo alle sue avventure. In una parte della sua vita è un cowboy che vince il suo fedelissimo cavallo Dinamite in un rodeo. Diventerà Aquila della Notte, capo supremo dei Navajo, e sposerà Lilith, una squaw navajo. Accanto a lui altri personaggi che diverranno leggendari, Kit Carson, ranger del West, Tiger Jack, guerriero navajo e fratello di sangue, ad arricchire              le componenti romanzesche dei racconti. La camicia gialla, gli jeans e gli stivali Stetson, due colt e un fucile, per un eroe da “fumetto” dalla mira infallibile, che ha travalicato il confine del “giornaletto” diventando un’icona della cultura popolare.

La Mostra

Sicuramente è l’iniziativa più importante per onorare la creazione più identificativa della casa editrice Sergio Bonelli fatta fin’ora. Fotografie, disegni, materiali rari e inediti ripercorrono, in maniera esaustiva la genesi del personaggio e della sua epopea.

La prima vignetta di Tex declinata in varie lingue, la macchina da scrivere di Gianluigi Bonelli, l’Universal 200 con la quale sono state scritte le prime storie, o il ritratto di Gianluigi Bonelli e famiglia realizzato da Tacconi, sono per gli appassionati materiale da venerare e per i neofiti alcuni elementi per capire il fenomeno Tex. Le istallazioni a tema appositamente create per l’evento avvolgono il visitatore nel mondo immaginato eppur reale, con i suoi riferimenti universali, dell’eroe, quasi a concedergli vita propria. Il ricchissimo spazio dedicato ai numerosi disegnatori che, dopo Galeppini, hanno generato la visione delle sue storie, mostrano i diversi stili dei grandi interpreti del fumetto. Troviamo Giovanni Ticci, storico disegnatore della casa editrice che realizza una delle storie più importanti: “Furia rossa”, che racconta la storia della nascita dell’amicizia tra Tex e Tiger Jack. C’è Claudio Villa, considerato l’erede di Galep, Fabio Civitelli, Guglielmo Letteri, nomi apicali della storia del fumetto italiano. Senza dimenticare gli interventi sporadici di Magnus, Joe Kubert o Enrique Breccia.

Inoltre una fornitissima sezione è dedicata alle più recenti produzioni. Delle bellissime tavole realizzate sia nel formato classico che in quella graphic novel, presentano le storie di Mauro Boselli che va alla nascita del mito, considerato un fuorilegge, prima che diventasse ranger più famoso del west.

 

Interessante anche il catalogo della mostra, con l’introduzione di Davide Bonelli e i testi di Gianni Bono, Graziano Frediani, Luca Boschi e Luca Barbieri, ricco di disegni, approfondimenti e materiali rari.


Info, Orari e Costi

TEX. 70 ANNI DI UN MITO – La grande mostra a Roma

Dal 24 maggio al 14 luglio 2019, Ex MATTATOIO Testaccio Piazza Orazio Giustiniani n° 4, Roma.

Orario: 12.30 – 19:30 (chiuso i lunedì).

Biglietti: intero € 12 – ridotto € 10

Info: 060608