Picasso. La scultura

picasso scultura

 

L’Hotel Trevi Collection suggerisce due mostre di assoluto interesse all’interno del verde avvolgente del Parco di Villa Borghese

Picasso. La scultura

Dal 24 Ottobre al 3 Febbraio presso la Galleria Borghese

La prima mostra in Italia dedicata alla scultura di Picasso. Curata da Anna Coliva e Diana Widmaier-Picasso vede la presenza di  55 opere dell’artista realizzati tra il 1902 e il 1961, insieme a inedite fotografie di atelier e filmati che mostrano il contesto nel quale l’artista crea le sue opere.

Nel 1917 Picasso, insieme all’amico Jean Cocteau, decise di intraprendere un viaggio in Italia. A Roma, dove li attendeva Igor Stravinskij, rimasero per molto tempo durante il quale poté entrare in contatto diretto con le opere di Michelangelo, Caravaggio, Raffaello, e una visita alla Galleria Borghese gli permise di studiare le sculture di Bernini. Proprio la sua scultura entra in uno dei luoghi dove Picasso si è riappropriato del passato per rielaborarne la comprensione. Dove sviluppa il linguaggio più potente nella destrutturazione della scultura del ‘900.

La mostra

rivela un percorso suggestivo di incontri e dialoghi tra i capolavori di Picasso e quelli presenti nella Galleria Borghese. Sculture di materiali diversi entrano in relazione sorprendendo il visitatore, che scopre il legame naturale tra opere di epoche tanto diverse.

Le teste in bronzo e cemento in rapporto con i busti di Gian Battista della PortaLa Donna con il bambino in lamiera mostrata insieme all’ Apollo e Dafne marmoreo di Gian Lorenzo BerniniLa lettrice accanto alla Paolina Borghese Bonaparte nelle vesti di Venere vincitrice di Antonio Canova, comunicano l’energia dirompente di Picasso che conferisce “alla sua opera una dimensione universale e senza tempo” (A.Coliva).

 

Questa esposizione accoglie la scultura di Picasso, rimasta per lungo tempo poco conosciuta e parte essenziale della sua produzione artistica, offrendo un’occasione preziosa per entrare in contato con l’originalità del genio.

 

Approfittando di una passeggiata rigeneratrice all’interno di Villa Borghese in una decina di minuti di cammino dalla Galleria, si può arrivare nel cuore del parco dove è situato il Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese che in questo periodo sta ospitando una mostra dedicata a Giacomo Balla dal titolo

 

Balla a Villa Borghese

Dal 29 Novembre 2018 al 17 Febbraio 2019

La mostra curata da Elena Gigli, studiosa esperta dell’artista, accoglie trentasette opere tutte dedicate a Villa Borghese, che per diversi anni richiamò l’attenzione di Balla.

Traferitosi nel 1904 nella sua residenza dei Parioli, all’epoca a ridosso di un ambiente colmo di natura, Balla dipinge ciò che appare dalla finestra del suo studio o appena fuori la sua casa. Dipinge, realizza pastelli, schizzi e disegni attraverso i quali si sviluppano le sue sperimentazioni sul colore, la luce e il movimento.  Il tema della natura ai margini della città diventa tema di studio e di indagine, un lavoro a togliere nella ricerca dell’essenziale fino quasi all’astrazione. La “Veduta di Villa Borghese dal balcone” del 1907 ne è l’esempio esplicativo. Ulteriore testimonianza sono i numerosi pastelli presenti, dato che Balla prima della

 

prima guerra mondiale lavora molto su carta, attraverso i quali costruisce e scalfisce la materia pittorica. In questa maniera crea il suo percorso nella ricerca della luminosità e del colore.

Tra le altre opere, provenienti per lo più da collezioni private, da segnalare anche “Maggio” un trittico olio su tela del 1906. Nel primo piano si trovano anche una serie di scatti del fotografo Mario Ceppi che raffigurano gli stessi temi dei dipinti creando un suggestivo confronto di epoche diverse. A compendio della mostra sarà proiettato il film di Jack Clemente “Balla e il futurismo” vincitore del Leone d’Argento alla Biennale di Venezia del 1972. Dove le figlie di Balla, Elica e Luce accompagnano lo spettatore nei luoghi della creazione artistica fino dentro le stanze dove sbocciò la “Ricostruzione futurista dell’universo” realizzata con Depero nel 1915.

 

Orari e Costi

Picasso. La scultura

Galleria Borghese Piazzale Scipione Borghese 5

Dal Martedì alla Domenica dalle ore 9.00 alle ore 19.00 ultimo ingresso ore 17.00

Intero € 18+€ 2 di prenotazione obbligatoria

Ridotto € 11,50+€ 2 di prenotazione obbligatoria

Intero con visita guidata € 24,50+€ 2 di prenotazione obbligatoria

Ridotto con visita guidata € 24,50+€ 2 di prenotazione obbligatoria

Gruppi con guida € 18+€ 2 di prenotazione obbligatoria+€ 1,50 per il noleggio dell’auricolare /a persona

Info +39 06 8413979    http://galleriaborghese.beniculturali.it/it/mostra/picasso-la-scultura

 

Orari

Balla a Villa Borghese

Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese

dal 29 novembre 2018 al 17 Febbraio 2019
da martedì a venerdì ore 10.00 – 16.00
Ultimo ingresso alle 15.30
il sabato e la domenica ore 10.00 – 19.00
Ultimo ingresso alle 18.30
chiuso lunedì

Gratuito l’ingresso al museo e alla mostra