Paolo Di Paolo. Mondo perduto

Paolo Di Paolo. Mondo perduto mostra al Maxxi da aprile a giugno 2019
Paolo Di Paolo. Mondo perduto, photo Musacchio, Ianniello & Pasqualini, courtesy Fondazione MAXXI

 

Dal 17 Aprile al 30 Giugno 2019, presso il MAXXIMuseo Nazionale delle arti del XXI secolo.

A cura di Giovanna Calvenzi, in 250 immagini il racconto prezioso dell’Italia degli anni cinquanta e sessanta, in cui personaggi straordinari accanto a gente comune compongono un universo di storie affascinanti.

Paolo Di Paolo

Da studente di Storia e Filosofia alla Sapienza di Roma nell’immediato dopoguerra, frequentando gli ambienti artistici sviluppa un interesse particolare per le arti figurative, che decide di esprimere attraverso il mezzo fotografico. Il suo, infatti, è un lavoro artistico, in cui il rapporto con il soggetto si evolve in un dialogo profondo e intimo. Riesce a fargli esprimere atteggiamenti di naturalezza, cogliendo e penetrando il momento privato. Soprattutto nei ritratti l’effetto che ne scaturisce è quasi di osmosi psichica, tra lo stato d’animo colto del soggetto e quello dell’osservatore.

Collaboratore, dal 1954, con il Mondo di Mario Pannunzio, ne diventerà il fotografo con il maggior numero di foto pubblicate, se ne contano 573 con reportage dall’Italia e da varie parti del mondo. La collaborazione terminerà alla chiusura dell’esperienza editoriale del 1966, e Di Paolo smetterà di fotografare perché non si sente più in sintonia con la società che si stava formando. Ritornò ai suoi studi filosofici e di ricerca storica lasciando in una cantina tutta la sua produzione fotografica. Finché un giorno di una ventina d’anni fa, sua figlia scoprì il tesoro preziosissimo.

La Mostra

Il modo in cui si snoda la mostra accompagna proprio la sensazione del disvelamento di un tesoro. Le tante storie prese dallo scatto sensibile ricostruiscono la quotidianità della gente comune come quella dei grandi artisti, vicini in un Italia presa dalla necessità di ricostruire. Le tre sezioni, in cui è divisa approfondisce in modo puntuale gli ambiti nei quali Paolo Di Paolo ha espresso la sua attività:

  • Società/Roma composta da immagini di gente comune, dove insieme agli eventi eccezionali condivisi, come il popolo ai funerali di Palmiro Togliatti, troviamo momenti eccezionali privati come la foto di una famiglia per la prima volta di fronte al mare di Rimini.
  • Società/Mondo con i reportage in giro per il mondo tra New YorkIran e Giappone
  • Artisti/Intellettuali e Cinema forse la più suggestiva, con Kim Novak che stira nella stanza dell’Hotel o Tennesse Williams in spiaggia con il cane, accanto a Pier Paolo Pasolini pensoso sul “monte dei cocci” a Roma, e di Anna Magnani ritratta al mare lontano dalla mondanità bella e intensa come le donne che interpretava.

 

Il mondo perduto, che non c’è più, nel bianco e nero che racconta frammenti di sensazioni, umori e caratteri, nelle visioni di un grande interprete del tempo. Con Paolo Di Paolo ritroviamo le storie e la magia di anni straordinari, grazie al suo grande talento empatico nel cogliere l’emozione.

 

Info, Orari e Costi

PAOLO DI PAOLO. MONDO PERDUTO

Dal 17 Aprile al 30 Giugno 2019, MAXXIMuseo Nazionale delle arti del XXI secolo, Via Guido Reni 4A

Orario: Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Domenica h 11-19, Sabato h 11-22

Chiuso tutti i lunedì e il 1 Maggio
Biglietto d’ingresso: Intero solo mostra: € 7.00, Mostra+MAXXI Intero € 15.00, Ridotto: € 12.00

la biglietteria chiude un’ora prima del museo. Audioguide gratutite

È possibile prenotare i biglietti di ingresso e contestualmente acquistarli: Call Center 892 234

(Servizio a pagamento) lunedì-venerdì, h 9-19/ sabato, h 9-14/ domenica chiuso

Tel: 06 3201954, attivo dal martedì alla domenica, dalle ore 11:00 fino alla chiusura del museo