Paola Pivi. World Record

Paola Pivi mostra al Maxxi Roma

Dal 3 Aprile all’8 Settembre 2019, il MAXXI Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo presenta Paola Pivi, Leone d’Oro alla Biennale di Venezia nel 1999. Curata da Hou Hanru e Anne Palopoli, la mostra monografica, che occupa l’intera Galleria 5, è un coinvolgente progetto site specific perfettamente inserito negli ambienti suggestivi del Museo.

L’artista e la sua l’arte

L’immaginario dell’artista è raccontato attraverso esempi di opere, la cui realizzazione parte fin dalla fine degli anni novanta. Un percorso articolato, dove la varietà dei mezzi espressivi utilizzati descrivono la cifra artistica di Paola Pivi.

“Credo fermamente che tutti gli esseri umani siano uguali, e odio le separazioni delle culture. Il fatto che alcune conoscenze diventino incomprensibili per qualcuno non mi piace .……. Penso sia semplice: faccio la mia arte e le persone sono libere di guardarla o non guardarla; di capire o non capire; …….. di pensare che sia arte o che non lo sia. Non è qualcosa che pianifico. Viene fuori così, ma questo è un valore aggiunto”

Le parole di Paola Pivi sono la migliore presentazione per immergersi nella sua arte fatta di grandi contrasti, esagerata e ironica, dove il divertimento diventa una delle chiavi d’accesso. Con alcuni legami alla realtà, libera, ne crea una nuova forma, in cui i ribaltamenti di senso e le contraddizioni visive si mescolano con l’esistenza e la natura, anche nelle sue forme animali. Gli oggetti presi dal quotidiano vengono reinterpretati, così da mostrare altri possibili sensi. In questo modo le opere arrivano a trasformare e personalizzare il contesto che le circonda, giocando con gli spazi di vita, e facendo sentire la sua arte con naturalezza e semplicità, come un “brano” di quotidianità inaspettato e fantasioso.

La Mostra

Il percorso inizia con un ambiente che evoca il magico, e anche il senso di gioco e leggerezza: Very fuzzy, del 2019, sono ruote con piume di pavone appese a un muro, che azionate da motori girano senza sosta; la griglia formata da centinaia di cuscini gialli e rossi, realizzati con i tessuti degli abiti dei monaci tibetani, intrecciati e sospesi a mezz’aria, è Share, but it’s not fair, del 2012, e immediatamente si entra in una “nuova” realtà.

La serie di divani in miniatura, della fine degli anni novanta, fedelmente riprodotti in scala che grondano profumo. L’essenza cadendo sul pavimento pervade l’aria, e attraverso il senso dell’olfatto si entra in contatto con l’opera.

Did you know I’m single?, del 2010, una pelle di orso che ricorda i trofei di caccia ma è realizzata in pelliccia sintetica, quasi a sottolineare nessuna violenza verso la natura.

Poi il culmine della mostra con l’opera che le dà il titolo: World record. l’ultima enorme installazione ideata dall’artista, occupa infatti circa un terzo della galleria, è composta da più di cento materassi disposti su due livelli, che creano uno spazio tanto morbido quanto stretto, in cui il visitatore è invitato a entrare, a distendersi e ad abbandonarsi alle diverse posizioni imposte. Si può stare supini, seduti, muoversi a gattoni, sperimentando delle prospettive inedite.

Da segnalare anche Scatola umana, del 1994 agli inizi della carriera, una scultura cubica in plexiglass di soli dieci centimetri per lato, che sembra stringere nelle sue ridottissime dimensioni tutta la creatività esplosa negli anni successivi.

Un’esposizione molto interessante e particolarmente stimolante, dove il visitatore è incoraggiato a interagire con le opere e, attraverso loro, con la stessa artista, in un gioco di sensazioni e riflessioni.

Le opere di Paola Pivi sono presenti in numerose prestigiose collezioni permanenti, tra le quali ricordiamo quelle del Guggenheim Museum di New York e del Centre Pompidou di Parigi. Il MAXXI, inoltre, ospita, dal Febbraio 2018 la monumentale istallazione, che le valse il Leone d’Oro alla Biennale di Venezia nel 1999, Senza titolo (aereo).

Info, Orari e Costi

PAOLA PIVI. World Record

Dal 3 Aprile all’8 Settembre 2019, MAXXI Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, Via Guido Reni 4A

ORARI: Martedì-Domenica h 11-19, Sabato h 11-22, lunedì chiuso

La biglietteria chiude un’ora prima
BIGLIETTi: intero € 12, ridotto € 9.

Gratuito per gli aventi diritto

Info: Tel.: +39 06 3201954, mail: infopoint@fondazionemaxxi.it