Giacomo Balla. Dal Futurismo astratto al Futurismo iconico

Giacomo Balla in mostra a Palazzo Merulana Roma

Dal 21 Marzo al 17 Giugno 2019 a Palazzo Merulana, la mostra curata da Fabio Benzi presenta circa 60 opere del grande artista torinese, che ruotano attorno al famoso dipinto Primo Carnera del 1933, custodito all’interno della mostra permanente presente nell’edificio; il nuovo spazio d’arte e cultura inaugurato nel maggio dello scorso anno.

Palazzo Merulana

Spazio multifunzionale che ospita mostre e attività culturali. L’imponente struttura in stile umbertino ristrutturata e riqualificata, si espande per circa ai 180 metri quadrati nei quali è ospitata la collezione di opere della Fondazione Elena e Claudio Cerasi. Grazie all’interessamento della famiglia Cerasi, importanti collezionisti e costruttori, che avevano deciso di realizzare una residenza per la loro collezione, è stato possibile il progetto di recupero e di valorizzazione del palazzo. Circa 90 opere dislocate lungo i piani dell’edificio, fin dall’accogliente piano terra con bookshop e caffetteria, si possono ammirare le sculture di Antonietta Raphaël o le opere di Lucio Fontana, Giuseppe Penone e molti altri. Nel secondo piano dove troviamo la maggior parte della collezione pittorica e scultore, si possono ammirare tra gli altri De Chirico, Balla, Capogrossi, Casorati e Cambelotti. Al terzo piano la presenza del contemporaneo con Boetti o Schifano, insieme ad altri esempi. In fine l’attico, luogo dedicato alle attività culturali e ad eventi con una terrazza suggestiva sui tetti e le cupole di Roma. Un sito dinamico e versatile che rappresenta la naturale collocazione della mostra dedicata a Giacomo Balla.

La Mostra

Dal Futurismo astratto al Futurismo iconico rappresenta un passaggio di stile deciso nella produzione artistica di Balla. L’indagine che la mostra si prefigge suggerisce una chiave di lettura interessante e molto stimolante. Il percorso artistico di Balla lo aveva portato ad essere tra i primi protagonisti del divisionismo italiano nei primi anni del ‘900, per aderire poi al Futurismo, fino ad un ritorno, negli anni ’30 alla figurazione, seppur con aspetti innovativi. Nelle circa 60 opere esposte, dove troviamo dipinti chiaramente futuristi degli stessi anni dei ritratti, si approfondisce proprio quest’ultimo passaggio. Sperimentazioni di immagini che si sovrappongono quasi a quelle delle riviste dell’epoca, andando a pescare nell’ideale quotidiano della gente ispirato dal cinema e dalla diffusione dei rotocalchi.

L’esempio più mirabile è il Primo Carnera ripreso da una foto di Elio Luxardo pubblicata sulla prima pagina della Gazzetta dello sport nel 1933, quando divenne campione del mondo dei pesi massimi.  L’opera eccezionale dipinta su entrambi i lati, nell’altro presenta il famoso Vaprofumo del 1926, soggetto tipicamente futurista, appare come emblema sublime del suo passaggio artistico. La tecnica utilizzata, applicando al fondo del dipinto una rete di metallo sulla quale poi dipinge, che provoca un effetto cosiddetto di “retinatura”, rende perfettamente l’effetto del rotocalco. La figura richiama direttamente le immagini a stampa dei giornali suggerendo l’impressione dei pixel delle fotografie. Balla come antesignano dell’universo figurativo della Pop Art? Certo questa mostra sembra evocare un confronto che, pensandoci bene, incuriosisce e intriga.  Infatti le opere eseguite con la tecnica della “retinatura”, sono messe accanto alle immagini dei divi nelle riviste e nelle foto realizzate dai grandi fotografi dell’epoca come Luxardo e Ghergo.

Una bella occasione per scoprire un originale lato artistico di uno dei pittori più importanti del ‘900, e per chi non lo avesse ancora fatto, visitare il nuovo spazio d’arte romano nato per proporre un inedito e stimolante modo di vivere la cultura in tutte le sue declinazioni.

Info, Orari e Costi

Giacomo Balla. Dal Futurismo astratto al Futurismo iconico

Dal 21 Marzo al 17 Giugno 2019,  Palazzo Merulana Via Merulana 121

ORARIO: Lunedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì dalle ore 14 alle ore 20, Sabato e Domenica dalle ore 10 alle ore 20. Ultimo ingresso ore 19. Martedì chiuso.

BIGLIETTO: Intero 10 €, Ridotto 8 € giovani under 27, adulti over 65, insegnanti in attività, appartenenti a gruppi convenzionati. Gratuito bambini under 7 un insegnante ogni 10 studenti, un accompagnatore ogni 10 persone, disabile con accompagnatore.

TEL.: +39 06 39967800

E-MAIL INFO: info@palazzomerulana.it

Fonte: https://www.trevicollectiondependance.com/news/giacomo-balla-dal-futurismo-astratto-al-futurismo-iconico/

The post Giacomo Balla. Dal Futurismo astratto al Futurismo iconico appeared first on Gruppo Trevi Hotels in Rome – Official Site – Blog.