Eva vs Eva. La duplice valenza del femminile nell’immaginario occidentale

Eva vs Eva mostra a Villa d'Este a Tivoli

Dal 10 Maggio al 1 Novembre 2019, presso Villa d’Este e il Santuario di Ercole Vincitore a Tivoli, la mostra sui due ruoli antitetici, di angelo del focolare e di forza pericolosa, ai quali la figura femminile è stata circoscritta per secoli.

Curata da Andrea Bruciati, direttore dell’Istituto Villa Adriana e Villa d’Este, Massimo Osanna, già direttore del Parco Archeologico di Pompei, e Daniela Porro direttrice del Museo Nazionale Romano, l’esposizione è il frutto della collaborazione scientifica dei tre grandi istituti, che, per la prima volta, “progettano insieme un’attività di ricerca proponendo il patrimonio artistico come strumento per comprendere il presente”, come afferma Antonio Lampis, il direttore generale dei musei del Mibac.

L’idea   

Nasce dall’anniversario dei 500 anni della morte di Lucrezia Borgia, madre di Ippolito d’Este, creatore di Villa d’Este appunto, donna ricordata per la sua duplice personalità: dalle tendenze dissolute e di grandi capacità governatrici. Come signora di Ferrara sarà la protettrice dei poveri e dei bisognosi e anche amante dell’arte e della cultura.

Perché allora Eva contro Eva? Lucrezia Borgia è stato l’esempio da cui partire per allargare il tema del conflitto delle due caratteristiche entro le quali la cultura occidentale, da sempre, ha relegato la figura femminile. La vicenda della letteratura cristiana di Eva, la prima donna, creata dalla costola di Adamo, colpevole per il paradiso perduto, contrapposta a Maria che libera il genere umano con la propria fede, è stata l’associazione più immediata come emblema evidente dell’essenza femminile rimasta immutata per tanto tempo.

Per finire il film di Joseph Leo Mankiewicz del 1954, Eva contro Eva, ha suggerimento puntuale il titolo più adatto e più evocativo nella realizzazione dell’allestimento.

La Mostra

Grazie al prestito di importanti opere da musei di tutta Italia, la ricchissima esposizione disegna un percorso consistente e esaustivo articolato nelle due sedi dedicate, quella del piano nobile di Villa d’Este e dall’Antiquarium del Santuario di Ercole Vincitore. Fra i due siti si innesca un dialogo di colori contrapposti; la figura rassicurante, generatrice della vita da un lato e la donna pericolosa, la Femme fatale che sfugge al controllo maschile.

Una duplicità che, nella narrazione delle opere, è solo apparente. Sorprende, infatti, scoprire lo spessore e la poliedricità di personaggi femminili che l’immaginario storico collettivo ha ristretto in un solo ruolo.

A partire dalla Dea madre, del IV millennio a.C. dal Museo Archeologico Nazionale di Cagliari, sono presenti capolavori che percorrono un itinerario lunghissimo fino al XX secolo, in un gioco suggestivo e avvolgente di manufatti, statue, affreschi, dipinti, documenti letterari, fino a video e fotografie.

La testa di Saffo e il ritratto di Agrippina Minore, Poppea e un frammento di affresco del I secolo d. C., Giuditta e Oloferne di Piazzetta dall’Accademia di San Luca, le opere della Fondazione Sorgente Group con i due dipinti Maria Maddalena che medita sulla Corona di Spine del Guercino, Santa Cecilia del Cavalier d’Arpino, il frammento di sarcofago col mito di Giasone e Medea, il busto di Giulia Domna, moglie di Settimio Severo, sono solo alcuni esempi del variegato e stimolante viaggio proposto dalla mostra.

Molto interessanti anche i percorsi didattici a cura dei tre istituti:

  • Passepartout, visite tattili alla mostra Eva vs Evaper tutti, su richiesta. Per tutta la durata dell’esposizione
    Info e prenotazioni: lucilla.dalessandro@beniculturali.it
    La visita è gratuita, il costo di ingresso secondo la normale tariffazione (salvo gratuità e riduzioni di legge)
  • Ercole ed Eva: una storia raccontata attraverso i millenni, 16 giugno, 14 luglio, 11 agosto, h 11
    Percorso nel Santuario di Ercole durante il quale, accanto alla storia del sito e dei suoi molteplici cambiamenti d’uso, ci si soffermerà sul legame di Ercole con l’universo femminile. Info e prenotazioni: 0774/382733; villa.adriana@coopculture.it
    costo: € 5 in supplemento al biglietto d’ingresso
  • Scienze: Femminile Plurale 9 Luglio, h 20, incontro-dibattito curato dall’Associazione Lucha y Siesta e dal collettivo delle Ipazie
    Una riflessione su scienza, femminismo e divulgazione, che affronta diversi temi: il soggetto cognitivo, sebbene neutrale, tradizionalmente declinato come uomo, occidentale eterosessuale; il mondo della divulgazione e come vi partecipano e sono viste e raccontate le donne; infine, l’assenza del contributo femminile nei libri di testo.
    Info: lucilla.dalessandro@beniculturali.it
    Ingresso libero

Info, Orari e Costi

Eva vs Eva. La duplice valenza del femminile nell’immaginario occidentale
Dal 10 Maggio al 1 Novembre 2019, Villa d’Este, Tivoli (RM) Piazza Trento, 5

e il Santuario di Ercole Vincitore, Tivoli (RM) Via degli Stabilimenti, 5
ORARI: Martedì-Domenica 8.30-18.45, lunedì pomeriggio h 14-18.45

La biglietteria chiude mezz’ora prima
BIGLIETTi: Con accesso ai siti Villa d’Este Intero € 13, Santuario di Ercole Vincitore € 5

fatte salve le gratuità di legge per l’ingresso ai monumenti
Info: +39 06 399 67 900; 0774 38 27 33

dal lunedì al venerdì h 9 – 13, h 14 – 17, il sabato h 9 – 14

Santuario di Ercole Vincitore: 0774 33 03 29

Biglietteria: 0774 33 29 20